Total Cost of Ownership: PRO.FILE PLM vs Hi-range

Il Total Cost of Ownership: cos’è e perchè valutarlo

Con TCO, total cost of ownership, si intende tecnicamente il costo totale del possesso di un prodotto in tutto il suo ciclo di vita. Se nel momento della scelta di nuovi investimenti in termini di macchinari, sistemi e tecnologie, vengono valutati di prassi prezzi, promozioni, funzionalità e assistenza, spesso si dimentica l’importanza proprio dei costi operativi di gestione nel lungo periodo.  La valutazione del cost of ownership si configura dunque come una metodologia utile per stabilire il valore reale di un prodotto e ridurre i costi. Questa prevede di sommare al costo di acquisto del prodotto, tutte le spese sostenute durante la sua vita utile. I vantaggi in termini analitici sono semplici da intuire.

  1. La gamma dei costi presi in considerazione è più ampia rispetto ai semplici costi di fornitura (costi acquisto, manutenzioni, aggiornamenti)
  2. Si fa riferimento a tutti i costi che interverranno dal momento della decisione di acquisto lungo tutta la sua vita

L’acquisto di un PLM orientato sulla valutazione del solo prezzo di acquisto non è la scelta giusta in ottica di lungo periodo. E’ provato come molti di questi sistemi si rivelano infatti costosi in termini di aggiornamento e gestione, tanto da far lievitare il TCO ben oltre ai costi dell’offerta iniziale.

I fattori di Total Cost of Ownership per il PLM

Nel caso dell’acquisto di un sistema PLM i fattori che devono essere valutati in ottica di TCO sono:

  1. Costi iniziali per software e progetto
    Total cost of ownership Iceberg

    Iceberg dei costi di progetto nascosti

    Investimento nel software
    Investimento in implementazione e adattamento
    Training
    Costi infrastrutturali (investimenti hardware)

  2. Costi operativi
    Semplicità di utilizzo da parte dei dipendenti
    Manutenzione software
    Helpdesk amministrativo e interno
    Spese di update e upgrade
    Costi esterni per ampliamenti
    Costi interni per ampliamenti

 

 

 

Ma quali sono tra questi i fattori i più importanti e quelli a cui va riservata maggiore attenzione nella scelta? Analizziamoli e scopriamo come PRO.FILE PLM può rivelarsi un’ottima scelta strategica in ottica di lungo periodo.

Investimento iniziale: software PLM ed implementazione

A questo livello è fondamentale che lo schema di calcolo del prezzo utilizzato sia quello corretto, così da evitare spiacevoli sorprese in futuro. Inoltre, dovrebbero essere valutati i costi di tutti gli elementi necessari al funzionamento corretto del PLM in azienda. Se non si affronta questa fase con sufficiente attenzione è facile ritrovarsi a dover affrontare l’acquisto di costosi elementi indispensabili in fasi successive all’acquisto.
Riguardo all’implementazione, spesso i costi (in termini monetari, di tempo e risorse) sono nascosti nella successiva necessità continua di assistenza da parte del fornitore. Il progetto dovrebbe invece sviluppare le capacità di “auto-aiuto” del cliente e metterlo nelle condizioni di affrontare in autonomia il processo di implementazione e le eventuali problematiche connesse.

      • Cosa offre PRO.FILE : vi offre costi di software trasparenti, schema di calcolo coerente alle necessità aziendali e il metodo EASY.CON per lo sviluppo dell’autoaiuto del cliente

Costi di gestione

I costi di gestione possono rivelarsi inaspettatamente alti nel caso di PLM ad alta customizzazione. La fattispecie è la seguente: ogni qualvolta sia necessaria una piccola modifica di adattamento, questa non può essere realizzata dal cliente ed i costi lievitano. Per diminuire il TCO è necessario puntare sulla configurazione piuttosto che sulla customizzazione estrema (che spesso necessità la pura programmazione) così come sull’offerta di un progetto che sia davvero realizzabile e fattibile a livello di gestione.

      • Cosa offre PRO.FILE : utilizza un approccio al prodotto che permette al cliente di avere il completo controllo della gestione del PLM aziendale

Costi di ampliamento, di update e upgrade

Una voce di costo da tenere sotto controllo in ottica di lungo periodo sono gli ampliamenti e gli upgrade. Caratteristica fondamentale di un buon PLM è come sappiamo la flessibilità e la conseguente possibilità di evolversi con l’azienda. Tuttavia, costi importanti possono essere connessi proprio all’ampliamento delle funzionalità del software oltre che agli aggiornamenti necessari per l’ottimizzazione tecnologica. Costi di ampliamento bassi con minima dipendenza dal fornitore dovrebbero essere valutati come punti di forza nella scelta del PLM da adottare. Da non sottovalutare anche l’aspetto di update e upgrade: tutti gli ampliamenti e tutte le richieste di customizzazione del cliente devono essere a prova di release. Il rischio in caso contrario? Non poter aggiornare nel tempo il proprio sistema, pena la perdita di customizzazioni importanti incompatibili con le nuove versioni, o in alternativa costi di upgrade molto elevati.

      • Cosa offre PRO.FILE : mette il cliente nelle condizioni di diventare autonomo, offrendo un servizio di supporto che non è però indispensabile per la gestione degli ampliamenti
      • Tutti gli ampliamenti offerti da PRO.FILE sono a prova di release
Grafico total cost of ownership

Grafico total cost of ownership PRO.FILE vs Hi-Range PLM

Facilità d’uso: sottovalutata quanto fondamentale

Il cardine di un PLM che possa diventare colonna portante della gestione documentale e di prodotto aziendale è la sua facilità d’uso. Inutile sarebbe infatti impiegare risorse e tempo nella progettazione di un sistema PLM perfettamente customizzato ma eccessivamente complesso nell’utilizzo. Il rischio è quello di creare un prodotto che piuttosto che snellire i processi e ottimizzare i tempi di lavoro intervenga su questi negativamente, provocando inoltre frustrazione e necessità continua di assistenza nei dipendenti. Una situazione di questo tipo non può che provocare inefficienza e diminuire la produttività totale.

      • Cosa offre PRO.FILE : offre un pannello di comando intuitivo, sia per compiti semplici che complessi, dimezzando i tempi di apprendimento e rendendo l’utilizzo fluido ed immediato

 

Valutando tutti questi aspetti per un periodo di 5 anni possiamo verificare come i costi di altri sistemi lievitino fino a cinque-sei volte il costo iniziale di progetto. Osservando il grafico è semplice intuire come PRO.FILE rappresenti la soluzione ottimale per funzionalità e TCO, offrendo ai clienti la massima riduzione di costi accessori.