PRO.FILE come piattaforma globale: il caso Univet

PRO.FILE product data backboneIl progetto in breve:

  • Eliminazione della gestione tramite filesystem ed implementazione di PRO.FILE Product Data Backbone
  • Integrazione con ERP e MES
  • Adeguamento al Regolamento Europeo sui DPI con sistema di generazione automatica dei certificati di conformità
  • Integrazione della firma digitale

 

Univet, azienda con sede a Rezzato (BS), produce dal 1997 dispositivi di protezione visiva per il settore medical e industriale, oltre che lenti ingrandenti per chirurgia e odontoiatria. Realtà in continua espansione è presente ad oggi in 11 sedi nel mondo ed esporta in ben 70 paesi realizzando in export il 70% del fatturato.

Univet ha scelto PRO.FILE come piattaforma globale in quanto, se altri PLM si focalizzano su CAD o sulla gestione documentale, PRO.FILE offre invece un ambiente multidimensionale, con infinite possibilità di personalizzazione e grande facilità di utilizzo.

PRO.FILE Product Data Backbone

Univet lavora quindi in diversi paesi, con un alto numero di clienti e item prodotti, oltre che in settori strutturalmente complessi come quello del medical. L’azienda necessitava dunque di un sistema che le permettesse di gestire i complessi flussi documentali ed informativi rispettando gli obblighi normativi e preservando il know how aziendale. La sfida raccolta da Softrunners è stata quella di implementare PRO.FILE Product Data Backbone, una piattaforma globale che assicura una gestione organica di informazioni e documenti di prodotto ed un document control sicuro ed efficiente. Importante è stata anche l’integrazione di modelli produttivi ed item con l’ERP aziendale e il sistema MES.

Il PLM in ambito Regulatory

Con oltre 30 utenti che gestiscono le strutture di prodotto ed un workflow interfunzionale tra Ufficio Tecnico, Qualità, Produzione, Acquisti e Customer Care il fulcro del progetto è stato assicurare una corretta gestione dei documenti in materia Regulatory.

Rispondendo a tale necessità, PRO.FILE ha implementato un sistema di generazione automatica di certificati di conformità in 27 lingue, possibile anche grazie ad un dizionario interno al PLM. Certificati che vengono poi validati attraverso un sistema di firma elettronica remota e pubblicati automaticamente sul portale web riservato dell’azienda, come richiesto dalla normativa.

Univet insieme a PRO.FILE è dunque riuscita ad eliminare le inefficienze nei flussi documentali aziendali, mettendosi al riparo dai comuni errori che possono sorgere con una gestione tramite filesystem. Softrunners è stata il partener tecnologico competente nella realizzazione di una piattaforma digitale unica e multifunzionale per la gestione dei workflow che assicurasse facilità di utilizzo, costi contenuti, aderenza alle regolamentazioni e, non ultima, la possibilità di estendere in futuro il raggio di azione del PLM senza la necessità di acquistare software aggiuntivi.

Il Case Study: Univet

“Grazie a PRO.FILE siamo stati in grado di soddisfare, nei tempi richiesti, i requisiti imposti dal nuovo Regolamento Europeo sui DPI (UE 2016/425), in merito al rilascio delle dichiarazioni di conformità dei prodotti”
Alessandra Bertoli – Senior Quality Assurance Engineer di UNIVET.

Scarica il pdf del case history: PRO.FILE-Univet

 

Leggi anche

Integrazione della Firma Elettronica per il PLM efficiente